AGGREGARE PER INNOVARE

La Misura 19 – Leader 2014-2020 del Piano di Sviluppo Rurale della Regione Emilia Romagna è una misura di finanziamento che offre a tutti i territori “eleggibili” Leader dell’Emilia-Romagna, la possibilità di costituire un proprio Gruppo di Azione Locale e di elaborare una propria strategia di sviluppo locale, commisurata alle proprie esigenze e alle potenzialità socio-economiche del territorio, basata su un forte coinvolgimento delle comunità locali.

Al fine di attuare l’Azione Leader nelle province di Parma e Piacenza, il GAL del Ducato ha proposto una Strategia di Sviluppo Locale dell’Appennino ed il correlato Piano di Azione Locale indirizzandoli a sostenere progetti rivolti a:

evitare l’abbandono dei territori di montagna da parte degli abitanti,
garantire o accrescere l’occupazione dei residenti,
produrre reddito per le aree più svantaggiate in montagna,
prevenire le minacce di fragilità economico-territoriale delle aree collinari,
attrarre nuovi residenti e abitanti temporanei,
incrementare i visitatori, sia in termini di arrivi che di presenze sul territorio,
promuove il territorio e i suoi prodotti nel mondo, in tre dimensioni: locale, interregionale, internazionale,
favorire il settore primario e le trasformazioni dei prodotti quale presidio ambientale,
rendere sicuro il bosco rispetto al rischio idrogeologico;
– innovare le forme di collaborazione pubblico-private nelle politiche rurali.

La Strategia ed il Piano di azione Locale (PAL) del GAL del DUCATO, sono stati approvati con Determina n° 13080 del 10/08/2016 dalla Regione Emilia Romagna:

determina-n-13080-del-10-8.201.2016-08-23-approvazione-graduatoria-finale

GALdelDUCATO_SSL_28Luglio2016

GALdelDucato_PAL_28Luglio2016

FEASR

L’approccio strategico adottato, punta fortemente ad incentivare l’aggregazione degli operatori locali in ambito agro-alimentare, forestale e turistico, ed è incentrata su 5 azioni integrate, che si realizzeranno con le seguenti tre modalità:

Le prime azioni indirizzate alle filiere produttive agro-alimentari e forestali (ambito tematico prioritario) sono integrate da azioni sul turismo sostenibile (ambito tematico secondario), che mirano a sviluppare le reti turistiche locali, ad organizzare l’accoglienza, a svilupparne informazione e conoscenza, il tutto in un’ottica di marketing territoriale.

 

azioni 1 e 2

Azioni Obiettivi operativi Risultati attesi
produzioni-filiere A1 Produzioni locali per il mondo • Sostegno e innovazione delle produzioni e lavorazioni
• Logistica delle merci e distribuzione delle piccole produzioni
• Innovazione nelle formule di commercializzazione e vendita
• Promozione verso nuovi mercati
• Innovazione delle forme di collaborazione: reti di imprese, cooperative di comunità, contratti territoriali e di rete, consorzi
• Differenziazione delle attività agro forestali per prevenzione e salvaguardia del territorio
• Miglioramento ed innovazione della capacità di produzione, logistica e collocazione dei prodotti sul mercato, con particolare riferimento alle produzioni di montagna e alle produzioni tipiche
• Incentivare progetti per l’innovazione di processo e di prodotto al fine di rendere maggiormente sostenibile il processo produttivo
• Miglioramento della capacità di collaborazione e di rete tra produttori di montagna e produttori/servizi di collina e tra diversi settori produttivi
A2 Dal bosco lavori green • Filiera controllata delle carni da selvaggina
• Valorizzazione e commercializzazione dei prodotti del sottobosco
• Produzioni di energia dal bosco
• Creare nuove opportunità per vivere il bosco
• Superare la parcellizzazione del bosco
• Sostegno ai soggetti collettivi che lavorano il bosco
• Creazione di nuove occasioni di lavoro e nuove forme di reddito per le aree svantaggiate di montagna
• Riduzione dello spopolamento nelle aree di montagna
turismo-sostenibile A3 Reti antiche e post moderne dell’Appennino piacentino e parmense • Realizzazione e manutenzione percorsi esistenti con la creazione d’impresa
• Promozione della sentieristica raccordando ricettività, produzioni e commercializzazione
• Innovazione d’impresa (anche pubblico-private) per informazione, comunicazione e promozione
• Governance gestionale
• Rafforzamento e manutenzione dei tracciati, raccordando attività ricettive, luoghi di accoglienza, produzioni tipiche
• Rafforzamento delle connessioni tra reti locali e cammini europei
• Attrazione turistica
A4 Accoglienza di qualità • Miglioramento delle strutture di accoglienza esistenti
• Gestione in rete dei servizi per la ricettività
• Promozione di iniziative turistiche per target mirati
• Innovazione sociale, turismo di comunità
• Sviluppo delle reti dei servizi per la ricettività in modo da incrementare la saturazione dei posti disponibili
• Sviluppo del turismo di comunità
• Miglioramento della qualità dell’accoglienza, in termini di gamma di offerta verso i turisti locali, nazionali ed internazionali
A5 Promozione del territorio • Realizzazione di attività di marketing unitario/coordinato dell’Appennino piacentino e parmense
• Calendario integrato degli eventi
• Campagne di comunicazione verso target specifici e con modalità innovative (es. viral marketing)
• Manifestazione d’interesse per progetti di imprese creative e arti
• Innovazione e integrazione delle forme di comunicazione e promozione del territorio verso target specifici (turismo locale, nazionale ed internazionale)
• Incremento dell’attrattività turistica (arrivi e presenze)

Scarica:

GAL DEL DUCATO DEPLIANT ITA-EN

Per informazioni e appuntamenti: programmazione@galdelducato.it